Pastore del carso: a quale razze di cane appartiene? Che aspetto e carattere ha?

Il Pastore del Carso, anche conosciuto come Pastore di Karst, è un cane appartenente al gruppo dei molossoidi, e originario della Slovenia. Si tratta di una razza poco diffusa, principalmente a causa dei pochi allevatori che si occupano della selezione di questi esemplari. Inoltre, si tratta di un cane da lavoro, non adatto alla semplice compagnia e non adatto a tutti.

Il cane da pastore di Karst, pur trattandosi di un pastore guardiano delle greggi e degli armamenti, viene collocato nel gruppo 2 F.C.I., ovvero in quello dei cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri, a causa della sua stazza, del suo carattere, e dell’aspetto. Si tratta, infatti, di una razza particolarmente affettuosa con il proprietario, ma con tendenze aggressive con gli estranei, utilizzato principalmente per la guardia. L’altezza al garrese, inoltre, tende a raggiungere i 60cm nei maschi, e i 56 cm nelle femmine. Il peso si aggira tra i 30 e 40 chili.

Pastore del Carso: origini e standard di razza

Il pastore del Carso nasce in Slovenia, e viene menzionata per la prima volta nel 1689 nel libro di Janez Vajkard Valvasor. Il riconoscimento dello standard di razza, però, avviene soltanto 250 anni dopo, nel 1939. Dieci anni dopo fu rivisto lo standard di razza, e definita la genetica di base.

Oggi, lo standard prevede che questo cane sia compreso in un’altezza al garrese compresa trai 50 e 60 centimetri e un peso compreso tra i 30 e 40 kg. Il muso, infine, è più corto del cranio (circa 12 cm di muso, e da 13 a 14 centimetri di cranio).

Aspetto e carattere del pastore di Karst

Il Pastore di Karst è di taglia media, con un corpo molto robusto e muscoloso. Sia la coda che le orecchie sono ricadenti, e il pelo è particolarmente lungo che segue armoniosamente le linee del corpo. il colore della pelliccia è grigio ferro. Nonostante la testa sia piuttosto grande in proporzione al corpo, mantiene forme delicate e aggraziate rispetto agli altri molossoidi, con una canna nasale leggermente più corta del cranio e sottile.

Non si tratta di un cane mordace, sebbene si dimostri aggressivo nei confronti degli estranei. Si tratta, infatti, di un cane utilizzato prevalentemente per la guardia. Particolarmente devoto al padrone, è dotato di un buon temperamento, ed una buona docilità destinata solo a chi riconosce come membro del branco. Il pastore del Carso è forte, tenace, e indipendente. Non soffre la solitudine, ma necessita di un proprietario esperto e capace.